Menu
Canazei - EstateCanazei - Estate
 
 
Prenota Subito →

Attività in estate a Canazei


Mountain Bike 

Quale modo migliore per assaporare l’incanto della natura incontaminata di Canazei che pedalare in mountain bike lungo i numerosi sentieri e percorsi che consentono di scoprire angoli di incomparabile bellezza?

E’ forse questo il segreto del successo di una disciplina sportiva sempre più praticata e popolare, che permette di lasciarsi alle spalle, almeno per un magico momento, il rumore e lo stress del traffico, per avventurarsi in percorsi arditi, lungo salite impervie o giù per discese mozzafiato, totalmente immersi in un ambiente naturale unico: prati, boschi, ruscelli che scivolano dolcemente verso il torrente Avisio, circondati solo dal silenzio e dal profumo intenso della natura.

Sono numerosi i tragitti percorribili in mountain bike in tutta Canazei e Alba e chi desidera cimentarsi con questo sport non ha che l’imbarazzo della scelta; può optare per percorsi particolarmente facili e accessibili o per percorsi più difficoltosi e impegnativi che mettono a dura prova la resistenza fisica di chi desidera sfidare se stesso.

Gli appassionati di questa disciplina conoscono sicuramente la Val di Fassa Bike, gara internazionale di mountain bike, il cui percorso si sviluppa in tutto l'arco della Val di Fassa e Canazei e non mancheranno di confrontarsi almeno una volta con questo selettivo itinerario.

Per chi invece fosse sprovvisto di attrezzatura, le "bici da montagna" si possono anche noleggiare, a pochi passi e convenzionato con il nostro Hotel  si trova il noleggio ski Paolo dove potrete affittare Bici e tant'altro a prezzi scontati.

 

Deltaplano e parapendio:

Le località di Campitello e Canazei, hanno visto negli ultimi anni accrescere la loro notorietà, anche all’estero, quali stazioni top per la pratica del volo libero, soprattutto del deltaplano e del parapendio. Dalle pendici del Col Rodella e del Belvedere di Canazei, ogni giorno si librano in volo numerosi appassionati, che animano l’azzurro del cielo con le loro evoluzioni, in uno scenario assolutamente unico, dove le tinte della natura, il verde dei boschi, il grigio delle cime rocciose, il bianco della neve sulla Marmolada, i rossi accesi del tramonto, si mescolano con i colori delle vele, in un insolito curioso arcobaleno. L’emozione di volare in questo paradiso naturale non è riservata agli esperti, ma è ora possibile anche ai neofiti grazie al parapendio biposto, che consente a tutti, naturalmente coraggiosi, di provare l’ebbrezza del volo in assoluta sicurezza, accompagnati da istruttori nazionali.


Parchi Avventura:

Gustare l’emozione dell’avventura, sfidare l’altezza con agilità ed equilibrio, vivere la natura in assoluto divertimento e in totale sicurezza: i tre parchi avventura aperti in Val di Fassa, a Campitello e a Pozza, propongono entusiasmanti percorsi acrobatici pensati per il divertimento di adulti e bambini. Un’idea nuova per trascorrere una giornata all’aperto, per cambiare la prospettiva di una passeggiata nel verde, tra piattaforme sospese, ponti nepalesi, corde e tronchi oscillanti.


Percorsi Vita:

La Val di Fassa custodisce nei suoi boschi vere e proprie palestre all’aperto, sentieri caratterizzati da piazzole dove sono posti diversi attrezzi ginnici in legno con cartelli esplicativi che suggeriscono la corretta esecuzione degli esercizi, solitamente inseriti in aree suggestive, con sali-scendi naturali lungo il bosco che conducono spesso a ruscelli, cascatelle, ponticelli o spettacolari punti panoramici. La lunghezza di questi percorsi varia da 1,5 a 3 km lungo i quali sono distribuiti mediamente 12-15 esercizi da eseguire.

Canazei - Campitello di Fassa: 3.000 metri di percorso attrezzato con partenza da Canazei in località Cercenà o da Campitello in località Ischia.

 

Nordic Walking:

Il Nordic Walking è una disciplina sportiva da praticare all’aria aperta, un allenamento dolce che sviluppa resistenza, forza e fitness. Si cammina coinvolgendo attivamente le braccia nel movimento grazie all’uso dei bastoncini. Questo esercizio consente un utilizzo maggiore della muscolatura delle spalle e dei pettorali e un rafforzamento della muscolatura cervicale, perché permette di impegnare il 90% dei muscoli, di ridurre del 30% l’impegno fisico e di consumare il 46% di energie in più rispetto al jogging tradizionale. E’ l’esercizio perfetto per raggiungere in breve tempo una buona forma fisica, senza affaticare le articolazioni. La Val di Fassa è il luogo ideale per chi vuole iniziare a praticare questo sport, per godere dell’aria pura e di fantastici panorami sotto la guida esperta di validi istruttori

 

Centro acquatico "Dòlaondes":

Segui le onde. Dòlaondes. Il nome del nuovo centro acquatico di Canazei "Dòlaondes" (dal ladino "Segui le onde"), richiama il movimento dell’acqua. Ribadisce il legame tra questa preziosa risorsa e i luoghi della Val di Fassa. Nel cuore delle Dolomiti, un tempo ricoperte dal mare primordiale, rinasce un nuovo scrigno in cui l’acqua è l’assoluta protagonista, grazie al progetto finanziato dalla SITC (Società Incremento Turistico Canazei) e realizzato dall’architetto Ralf Dejaco di Bressanone.

Centro acquatico "Dòlaondes". Su una superficie complessiva di 2.400 mq il centro acquatico di Canazei "Dòlaondes" è articolato in quattro aree tematiche che identificano le attività da poter svolgere: "Water & Fun", le cinque piscine; "Eghes Wellness", il benessere in tutto il suo comprovato percorso; "Sport & Fitness", la palestra d’avanguardia; "Eat & Drink" dove ristorarsi dopo un’intensa giornata di attività e relax nell’acqua.

 

Stadio del ghiaccio e piste naturali all’aperto:

Il palaghiaccio coperto "Gianmario Scola" ad Alba di Canazei assicura sia d’inverno che d’estate la possibilità di cimentarsi con uno sport per molti nuovo, ma non per questo avaro di emozioni. Scivolare sul ghiaccio regala sicuro divertimento, anche agli accompagnatori che al di là delle balaustre assistono incuriositi. In concomitanza con incontri di hockey su ghiaccio o altre manifestazioni i turni di pattinaggio verranno ridotti o cancellati.

Servizi: noleggio pattini con sconto, lezioni di pattinaggio, bar.


Percorsi escursionistici a Canazei

 

Il trekking delle leggende

Il Trekking delle Leggende è un percorso escursionistico di circa 200 Km suddiviso in 9 tappe, che attraversa i territori delle valli di Fassa (tappa Rif. Fuciade - Contrin), Fiemme, e San Martino di Castrozza-Primiero-Vanoi, per conoscere e vivere le Dolomiti. Montagne incantate che hanno ispirato leggende di re, regine, gnomi e fate...al tramonto i raggi del sole sembrano infiammare le rocce dolomitiche, assumendo una calda colorazione rossastra. Questo è il fenomeno conosciuto come "Enrosadira".
Il Trekking delle Leggende è il primo grande anello che si snoda lungo sentieri ben segnalati e collegati. Ammirerete il Lagorai, le Pale di San Martino, la Marmolada, il Sass Pordoi, le Torri del Sella, il Catinaccio ed il Latemar.
L'escursionista troverà strutture ricettive con servizi utili alle sue esigenze, come materiale e informazioni necessarie, per affrontare le camminate in sicurezza, guida alpina, packet lunch, transfer e trasporto bagagli. Inoltre è possibile scaricare sul proprio palmare le cartine digitali.


Dal rifugio Fuciade al Rifugio Contrin

Tempo di percorrenza 5/6 ore
Difficoltà: rossa

Inizio impegnativo dal Rifugio Fuciade, sul Passo San Pellegrino, attraverso un ripido e faticoso sentiero (segnavia 607), che in questo tratto
identifica l'Alta Via n. 2 delle Dolomiti - "Sentiero Italia". Ci si arrampica nel cuore delle Cirelle, fino a raggiungere, l'omonimo Passo a quota 2683 m. Vista "sopra il cielo" con cime che superano i 3000 m.: il profilo unico delle
Pale di San Martino, la catena di Cima Uomo e il Col Ombert, Cima Ombrettola e Sass Vernel, mentre verso nord-est la Regina delle Dolomiti, la Marmolada. Siete nel cuore delle montagne ladine, attenzione, dietro ogni sasso potrebbe apparire uno dei protagonisti delle leggende che si raccontano.
Per fortuna la discesa è meno ripida. Un pò storditi da tanta bellezza seguiamo il sentiero 607 che attraversa ampi ghiaioni...prestiamo attenzione. Sotto il Sass Vernel si devia decisamente verso sinistra, scendendo verso il Rifugio Contrin (2016 m).


ITINERARI PER ESPERTI

Dal rifugio Contrin

Tempo:6/7 h
Difficolta':rossa

Dal Rifugio Contrin si risale per il sentiero 608, che in circa 1 ora porta al Passo San Nicolò. Possibilità di ristoro in rifugio. Proseguire verso dx per il sentiero 613, che conduce alla Forcia Neig e a Sella Brunech. Scendere in direzione conca del Ciampac, da dove si può raggiungere Alba di Canazei in funivia. Dalla stazione a valle della funivia si imbocca il sentiero 602, che si congiunge poi con il 605, il quale conduce fino al Passo Fedaia.

 

Dal rifugio Antermoia

Tempo:5/6 h
Difficolta':rossa

Dal Rifugio Antermoia, prendere il sentiero 584 e valicare il passo omonimo (2770 m). Si costeggia il versante occidentale del Catinaccio fino al Passo e al Rifugio Principe (2600 m). Continuare in direzione sud sul sentiero 584. Dopo un primo ripido tratto, seguire la Val del Vajolet fino ai rifugi Vajolet e Preuss (2246 m), da cui si ammirano le mitiche Torri del Vajolet e la parete est del Catinaccio. Qui alpinisti come Paul Preuss a Tita Piaz, hanno realizzato imprese divenute leggende.
Dopo 1 ora si raggiunge il Rifugio Re Alberto I (segnavia 542), dal quale si può ammirare il versante meridionale delle Torri del Vajolet. Tornati ai rifugi Vajolet e Preuss, seguendo il sentiero 546 si scende fino al Rifugio Gardeccia.

 

Dalla cinca di Gardeccia

Tempo:4/5 h
Difficolta':rossa

Dalla conca di Gardeccia si raggiunge il Ciampedie (segnavia 540), da dove si gode il panorama su tutta la Valle del Vajolet. Si prosegue per Prà Martin e poi per il Troi de le Feide (Sentiero delle Pecore) ai piedi delle Cigolade.
Raggiunta la Buja de Vael, si scende al Rifugio Roda de Vael. Il sentiero 548 scende fino al Passo Costalunga.
Alternativa. Proseguire per il sentiero 549 fino al monumento a Theodor Christomannos, ideatore della "Strada delle Dolomiti: Bolzano, Cortina, Dobbiaco". Prendere il sentiero 539, fino al Rifugio Paolina. Da qui si scende al Passo Costalunga, raggiungibile con la seggiovia o percorrendo il sentiero 552.

 

Itinerario naturalistico

Un interessante e facile itinerario naturalistico è la zona del Ciampac dove si possono incontrare grandi varietà di piante e fiori, licheni e muschi. Lungo il percorso ci sono diversi punti di osservazione particolarmente interessanti per panorama, spunti geologici e minerali.
Come si arriva. Partendo da Alba di Canazei si prende la funivia che sale fino alla conca del Ciampac, a 2200 metri. Sul versante ovest si innalza la caratteristica montagna Crepa Neigra; il versante est è chiuso dall' imponente Collacc. Un balcone naturale tra i più noti massicci dolomitici: il Gruppo del Sassolungo, il Gruppo del Sella, il Sass Pordoi e il Piz Boè, oltre ad altre cime di notevole interesse geologico. Il sentiero naturalistico si snoda tra massi e roccette, su pascoli e ghiaioni. Buon divertimento.

 

Punti Panoramici

Sella Brunech a m 2428 dove possiamo ammirare la famosa Val Jumela,

Ferrata della Cresta Ovest della Marmolada, indicato anche per escursionisti non esperti . D'obbligo ovviamente l'attrezzatura completa da ferrata con imbragatura, casco, ramponi e piccozza...

Malga Contrin per assaggiare il formaggio prodotto dalla malga, e lo yogurt, davvero ottimi. La malga apre verso il 15 giugno e chiude a fine settembre.

Via ferrata dei finanzieri al Colacc. Nel cuore della conca del Ciampac

 

Gran Vernel

Il Gran Vernel si trova a quota 3210 metri, al cospetto della Marmolada, nei pressi dell'Hotel. L'itinerario che porta alla sua cima è molto lungo e faticoso, richiedendo circa 5 ore per la sola andata. Si parte dal Passo Fedaia e si giunge sotto al Pian dei Fiacconi. Inizio subito impegnativo, bisogna prestare attenzione. La salita è poco sicura, ma di scarsa difficoltà. Concentrazione sul canalone di forcella Marmolada e sul faticoso ghiaione che porta a forcella Vernel, tra il Gran e il Piccolo Vernel.

 

Passo Duron

La Val Duron ha origine tra il Passo Duron (2168m) e il Monte Spiz (2684m) e si estende tra colli erbosi, cullata fra le cime del Sassolungo (3181m) a nord e i vasti altipiani rocciosi del Catinaccio d'Antermoia (3004m) a sud. Il fondo della valle si presenta abbastanza ripido.
Partendo da Campitello di Fassa, per via Rodella e via Col, raggiungiamo la località di Pian. Proseguiamo fino a immettersi sulla forestale 532 che sale, molto più ripida, fino al Rifugio Micheluzzi (1860m). circa 1.40 ore di cammino. Subito dopo, deviando sulla sinistra, il percorso diventa facile e costeggia il rio Duron, fino allo sterrato da dove riparte la salita.
Superata la Malga Docoldaura, proseguire fino a raggiungere il Passo Duron, a quota 2204. Di qui si entra nel Parco Naturale dello Sciliar, nell'Alpe di Siusi, e si può raggiungere in poco tempo il Rifugio Molignon. Il ritorno a valle avviene per lo stesso percorso dell'andata, evitando la deviazione per Pian e scendendo direttamente su Campitello lungo la forestale 532. Per chi parte da Canazei, è possibile raggiungere la frazione di Pian imboccando diret tamente il nuovo sentiero a monte dell'hotel Caminetto, alla periferia sud del paese.
Variante. Dal Rifugio Micheluzzi, prendere sulla destra il sentiero 533 che si inerpica fino al sentiero Federico Augusto nei pressi del Giogo di Fassa, dove sorge il Rifugio Sassopiatto (2297 m, h 1 dal Rifugio Micheluzzi), in vista dell'incredibilmente uniforme piano inclinato che porta facilmente in cima al Sassopiatto (2964 m).

 

Gruppo del Sassolungo

Quando si parla di escursioni sul Sassolungo viene normale parlare anche del gruppo del Sella, per la loro estrema vicinanza e per la coincidenza dei punti di partenza. Se li osserviamo, invece, non si potrebbero immaginare due gruppi più diversi: tanto è raccolto e ardito il Gruppo del Sassolungo (3181 m), quanto è massiccio il Gruppo di Sella (dominato dal Piz Boè, 3151 m). L'unione tra i due la determina l'ampia insellatura del Passo Sella (2220 m), che mette in comunicazione le valli ladine di Fassa e Gardena.
Agli estremi del Gruppo del Sassolungo ci sono il Passo Duròn (2168 m), che lo separa dal Catinaccio, e, verso Nord, il vasto altipiano prativo dell'Alpe di Siusi (circa 2000 m). Il Gruppo di Sella, invece, sopra Canazei, oltre che dall'omonimo passo, è limitato dal Passo Gardena (2115 m, Gruppo del Puèz), dal Passo di Campolongo (1875 m, Col di Lana) e dal Passo Pordòi (2239 m, Gruppo della Marmolada).
Tramite la via ferrata Oskar Schuster si raggiunge la cima del Sassopiatto. Tutte le altre vette sono raggiungibili solo per vie alpinistiche.
Il sentiero che circonda il gruppo, è semplice, percorribile in 4-5 ore con partenza dal Passo Sella, passando per i rifugi Emilio Comici (2140 m), Vicenza (2250 m), Sassopiatto (2300 m), Sandro Pertini e August. Il dislivello complessivo di questa escursione è di circa 200 metri.
Dal passo Sella o dal rifugio Vicenza è possibile raggiungere la forcella del Sassolungo (2681 m), dove sorge il Rifugio Demetz. Una cabinovia lo collega al Passo Sella.


Sentiero attrezzato 0. Schuster al Sassopiatto

Punto di partenza di questa impegnativa escursione, di circa 7 ore, è il Rifugio Demetz (2681 m) alla Forcella del Sassolungo, raggiungibile dal Passo Sella (2174 m) in due modi:
1.con la cabinovia in partenza dal passo;
2.attraverso il sentiero 525 che segue il percorso della cabinovia. Tempo h 1.15 (sconsigliato).
Dal Rifugio Demetz si prende quindi il sentiero 525 che inizia a discendere il Vallone del Sassolungo, con veduta delle verticali pareti del Campanile di Venere (2987 m), alla vostra destra. Il Rifugio Vicenza si raggiunge con breve pianeggiante traversata in 45 minuti (2252 m). Il punto di attacco del Sentiero Attrezzato Oscar Schuster si raggiunge in 1 ora e 40 circa. Dopo circa 1 ora di salita, si tocca la Forcella delle Torri (2730 m). La Cima di Mezzo del Sassopiatto in 3.40 ore(2955 m), dove sorge anche una croce metallica. Dalla cima si scende per la traccia evidente che si abbassa sul versante occidentale, fino a precedere il Rifugio Sassopiatto; di qui si può raggiungere il rifugio, oppure deviare a sinistra per una verde valletta che consente di incrociare il sentiero 4 ("Federico Augusto") già oltre il rifugio. Buon divertimento!
Vale la pena perché...Dalla terrazza del rifugio, sulla Forcella del Sassolungo si gode già di una splendida vista sui prati del Passo Sella e sul Ghiacciaio della Marmolada. Le pareti dello Spallone del Sassolungo (3069 m, a Nord Est) e della Punta delle Cinque Dita (2996 m, a Sud Ovest). Sul versante opposto, il Vallone del Sassolungo,

 


Condividi

Prenota Subito →

Offerte

SCONTI ESTATE A CANAZEI 

dal 22/07/17 al 05/08/17

5% Sconto

Offertissima a Canazei fine luglio primi di agosto

Dettagli

OFFERTA AGOSTO A CANAZEI 

dal 26/08/2017 al 02/09/2017

a partire da € 45,00 al giorno a persona

Tutto quello che cerchi te lo garantiamo noi!!

Dettagli

SOGGIORNO BIKE HOTEL A CANAZEI 

dal 15/06/2017 al 17/09/2017

a partire da € 45,00

Di fronte all'Hotel, nuovissima e comodissima pista ciclabile e pedonale che percorre tutta la Val di Fassa!!!

Dettagli

OFFERTA WEEK END ESTATE A CANAZEI 

dal 15/06/2017 al 01/07/2017 e dal 02/09/2017 al 17/09/2017

a partire da € 45,00

Un week end da sogno circondato dalle splendidi cornici delle Dolomiti

Dettagli

OFFERTA ESTATE FINE AGOSTO E SETTEMBRE A CANAZEI 

dal 27/08/2016 al 18/09/2016

a partire da € 40,00 al giorno a persona

Ammira la montagna in tutto il suo splendore:

Prenota la tua vacanza ad un prezzo agevolato!!!

Dettagli

News

Novità 2016/2017 di fronte il Villa Rosella*** 

Da Dicembre 2016

 

INIZIA UN'INVERNO COI FIOCCHI !

Di fronte l'hotel a soli 30 metri con sci ai piedi, potrai percorrere il giro più grande d'Europa senza più l'ausilio dei servizi Skibus !

Dettagli

La Grande Guerra - 100 anni 

Categoria: Cultura/Mostre/Arte

Zona: in Val di Fassa

10.00 - 12.30 e 15.00 - 19.00

Località: Moena

Luogo: Cinema Teatro Navalge - Moena

 

 

Dettagli

Carnevale Ladino 

17/01/2017 - 09/02/2017

Categoria: Feste/Sagre/Folklore

Zona: in Val di Fassa

Dal 17/01/2017 Al 09/02/2017

Località: Canazei - Campitello di Fassa - Mazzin - Pozza di Fassa - Vigo di Fassa - Soraga - Moena

Luogo: Paesi della Val di Fassa

 

Dettagli

Canazei Night Show 

26/02/2017

Categoria: Sport

Zona: in Val di Fassa

il 26/02/2017

ore: 21:15

Località: Canazei

Luogo: Zona Pecol - Canazei

 

Dettagli

Sellaronda Skimarathon 

24/03/2017

Categoria: Sport

Zona: in Val Badia

il 24/03/2017 partenza da Corvara alle ore 18.00

Località: Val Gardena-Selva di Val Gardena, Val Badia-Corvara, Val di Fassa-Canazei e Livinallongo-Arabba

Luogo: Partenza e arrivo a Arabba

Dettagli

Destroy The Winter Party  

06/04/2017

Categoria: Sport

Zona: di località

06/04/2017 dalle ore 10.00

Località: Alba

Luogo: Skiarea Ciampac - Alba di Canazei

Dettagli

Super Enduro Mountain Bike 

18/06/2017

CANAZEI SUPERENDURO POWERED BY SRAM, ATTRAVERSO I PASSI DOLOMITICI CON GLI IMPIANTI DI RISALITA

Dettagli

Südtirol Sellaronda Hero MTB-Marathon 

17/06/2017

Categoria: Sport

Zona: in Val di Fassa

ore 7.30 - 22.00 

Località: Canazei - Campitello di Fassa - Passo Pordoi

Luogo: passi delle Dolomiti

Dettagli

Social Network

Facebook Google+

Contatto

Hotel Villa Rosella ***
Strada Pian Trevisan 6
38032 Canazei (TN)
Tel. +39 0462602632
Cell. +39 3397426836
Fax +39 0462606329
P.Iva: 01662490224
info@villarosella.it

Valuta l'Hotel

Newsletter

OK

Utilizziamo cookie proprietari e di terze parti al fine di migliorare i nostri servizi. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa